9 gennaio 2017 |

Lo straniero è il tema della terza edizione

Meursault, lo Straniero di Albert Camus, nelle sue ultime ore in prigione si apre per la prima volta alla «dolce indifferenza del mondo», negata, per definizione, a chi è e si sente “diverso”.

Book Pride, la fiera nazionale dell’editoria indipendente, mette al cuore della sua edizione 2017 proprio lo straniero, figura di una diversità che non permette indifferenza.

L’inquietudine e la meraviglia di fronte allo straniero abitano il nostro tempo: sommuovono le lingue e ibridano gli immaginari; costringono la politica a pensare su scala planetaria non più solo l’economia, ma anche l’etica e l’ecologia dell’ospitalità; portano il pensiero a riconoscere e interrogare frontiere che sono soprattutto interne, tracciate dentro i concetti sedimentati e le idee ricevute.

Suddivisa in macro aree tematiche (letteratura, attualità, idee) che convocano grandi personalità e protagonisti emergenti, questa edizione prevede confronti, dibattiti, incontri a due perché la diversità si faccia dialettica e il breve tratto di un palco sia già di per sé segno di coesistenza e pluralismo.

Book Pride 2017 accoglie lo straniero, aprendosi alle differenze del mondo, dolci o aspre che siano; un’apertura che è il metro sicuro di ogni vera indipendenza.

24-26 marzo 2017 | Base Milano | Ingresso libero
Seguici su Facebook | Twitter | Instagram